Pubblicato da: thomas | novembre 16, 2008

Il programma ambientale del governo Berlusconi?!

In giorni di grandi cambiamenti negli Stati Uniti, nei giorni di Barack Obama e del “ change we can” e, specialmente per quello che riguarda questo blog, del cambiamento dal punto di vista delle politiche ambientali; come non pensare ai cambiamenti in atto a casa nostra?!….

 

…ma quali cambiamenti ci sono in atto in Italia?!

 

Ho trovato nel sito ufficiale di Barack Obama un’ampia e precisa sezione riguardante le politiche ambientali del nuovo presidente neo-eletto, con tutti i punti pienamente sviluppati, l’entità economica degli investimenti, le modalità e i settori d’investimento.

 

Lo stesso Obama ha dedicato lunghi ed appassionati dibattiti sull’argomento fonti di energia rinnovabili e dipendenza degli Stati Uniti dal petrolio; indicandoli come uno degli obiettivi principali del suo mandato presidenziale.

 

Dall’altra parte ho controllato il programma elettorale di Forza Italia “7 missioni per il futuro dell’Italia “.

Non solo non c’è una sezione dedicata alle politiche ambientali, ma i pochi punti riguardanti l’argomento ( ho trovato solo 4 punti e niente riguardante azioni concrete per diminuire le emissioni di gas serra ) sono confusi, sparsi qua e là per il programma, poco spiegati e pieni di molta retorica.

Inoltre non ricordo un solo minuto in dichiarazioni pubbliche e televisive, speso dal primo ministro Silvio Berlusconi, riguardante questo argomento.

 

Che la tutela dell’ambiente e la lotta al riscaldamento globale non siano gli obiettivi principali di questo governo?!…

 

 

 

FONTE: “7 missioni per il futuro dell’Italia”     Priorità del programma di Forza Italia.

 

 

Promozione e incentivazione della raccolta differenziata e della

realizzazione di termovalorizzatori per lo smaltimento dei rifiuti solidi

urbani nelle regioni deficitarie.

 

Incentivi alla diversificazione, alla cogenerazione, all’uso efficiente

di energia, alle fonti rinnovabili: dal solare al geotermico,

dall’eolico alle biomasse, ai rifiuti urbani e all’idroelettrico

 

Introduzione della destinazione di un “5 per mille” per l’ambiente;

 

Realizzazione di strumenti di tutela del suolo e delle acque

per una razionalizzazione della gestione delle risorse

e per la prevenzione dei disastri idrogeologici,

fatte salve le competenze regionali

 

7missioni

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: